Sbiancamento denti

Sbiancamento denti

Attualmente l'odontoiatria estetica ti può aiutare a ottenere il sorriso che hai sempre sognato.
I fattori che alterano il bianco naturale dei denti si possono raggruppare essenzialmente in due grandi gruppi: i fattori estrinseci e i fattori intrinseci. I primi sono quelli che determinano una discromia superficiale e sono rappresentati dall'assunzione di alimenti dall'elevato potere colorante (caffè, thè, liquirizia), dall'abitudine al fumo, dalla placca o dal tartaro. I fattori intrinseci, invece, si dividono ulteriormente in primari e secondari. Fanno parte dei primari alcune sostanze o farmaci, come le tetracicline, che se assunti durante lo sviluppo possono penetrare e integrarsi nella struttura dello smalto. Anche l'invecchiamento, così come alcune malattie genetiche manifestatesi durante la formazione di smalto e dentina, sono tra le cause delle discromie primarie. Si considerano come fattori secondari quelli causati da un trauma.


In questo Studio viene utilizzato un sistema di sbiancamento professionale combinato a base di Perossido di Idrogeno a diverse concentrazioni. Il protocollo prevede l'associazione di uno sbiancamento a casa con delle mascherine individuali e un gel a base di Perossido di Carbammide al 16% e uno sbiancamento in studio con un gel a base di Perossido di Idrogeno al 30% attivato da una lampada appositamente progettata. In alcuni casi è possibile, a seconda della struttura dei denti del paziente e/o delle sue richieste, dissociare le due tecniche. Lo sbiancamento non è un trattamento in grado di arrecare danni permanenti ai denti.