Gnatologia

Gnatologia

Articolazione Temporo Mandibolare
Le lettere A.T.M. sono un'abbreviazione di Articolazione Temporo Mandibolare che è l'articolazione tra la tua mandibola e il tuo cranio. I movimenti di questa articolazione ti permettono di aprire e chiudere la bocca e di masticare.

Disordini Temporo Mandibolari
Una persona su quattro può presentare sintomi di D.T.M. Maschi e femmine sono colpiti in uguale misura. La sintomatologia più comune è il dolore facciale, i rumori articolari (clicking, scroscio), la limitazione funzionale, le alterazioni uditive e ricorrenti mal di testa. Il dolore può variare in severità. Possono essere causati da diversi fattori singolarmente o in combinazione tra loro.

Questi sono:
Problemi occlusali causati da mancanza di denti, protesi incongrue, malocclusioni, ecc.
Parafunzioni come il digrignamento o il serramento dei denti, durante la notte o durante il giorno in periodi di maggior stress. Le parafunzioni comprendono anche altre abitudini viziate come l'onicofagia, il mordicchiamento di oggetti (penne, matite), l'eccessiva masticazione del chewinggum, ecc.
Traumi al volto potrebbero causare problemi temporanei o a lungo termine dipendenti dal tipo di incidente e/o dalla sua severità.
Anormalità strutturali dell'A.T.M. Colpiscono un limitato numero di persone e possono essere intercettate mediante un esame radiografico.
Ansia, depressione, stress psicosociali.

Trattamento o gestione può variare in dipendenza della sintomatologia e della sua causa. Lo specialista decide il miglior trattamento caso per caso scegliendo tra:

Counseling e approccio cognitivo-comportamentale. Questo include una dieta morbida, una diminuzione dei livelli di stress, il rilassamento, i massaggi alla muscolatura, ecc.

Fisioterapia, che comprende la terapia fisica strumentale e la fisiocinesiterapia. La terapia fisica strumentale si attua con le seguenti modalità: termoterapia (crioterapia, calore), laserterapia, ultrasuonoterapia, elettroterapia (TENS, MENS, stimolazione galvanica), elettromagnetoterapia, agopuntura, biofeedback. La fisiocinesiterapia comprende invece la cinesiterapia passiva e attiva (assistita, vera e contro resistenza), il riequilibrio muscolare e la rieducazione neuromuscolare.

Splint, placche o bite. Si tratta di manufatti in resina acrilica che vengono applicati ai denti e sono efficaci nella riduzione del dolore articolare e muscolare. Hanno un valido utilizzo anche per proteggere i denti dall'usura nei casi di digrignamento notturno e nei frequenti mal di testa.

Farmacoterapia. Leggeri antidolorifici, prescritti dal medico, possono aiutare quando i sintomi sono severi. In un piccolo numero di pazienti alcune compresse possono essere necessarie per favorire il rilassamento muscolare.

Correzione dell'occlusione. Dove l'occlusione contribuisce e perpetua il disordine articolare, il dentista la può correggere in vari modi ripristinando gli elementi mancanti, progettando nuove protesi quando le vecchie siano inadeguate, operando aggiustamenti sui denti naturali per rendere l'occlusione più confortevole, ecc.

Casi speciali. Le anormalità strutturali a carico dell'A.T.M. richiedono l'intervento chirurgico. Questa eventualità è estremamente rara ed il ricorso alla chirurgia sarà deciso solo dopo una visita molto approfondita.