Protocolli d'igiene e sterilità

Protocolli d'igiene e sterilità

All'interno dello studio esiste apposito locale adibito a sterilizzazione.
Tale ambiente è diviso in due sezioni : sporco - pulito.

Il materiale sporco consiste in strumentario sanitario riutilizzabile contaminato (es. strumenti venuti a contatto con le mucose integre o che hanno penetrato i tessuti molli o l'osso, frese, manipoli) e in materiale monouso (es. aghi , aspirasaliva).
Il materiale sporco riutilizzabile prodotto nelle zone operative viene depositato in appositi vassoi, mentre il materiale sporco monouso viene eliminato in appropriati contenitori monouso per rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo.

Le principali fasi della procedura di sterilizzazione consisteranno in :
Decontaminazione mediante un concentrato a base di glutaraldeide al 3.75%. Battericida, fungicida, virucida.
Lavaggio mediante vasca ad ultrasuoni e successiva pulizia manuale o in alternativa mediante una lavastrumenti termodisinfettatrice.
Asciugatura, dopo un accurato risciacquo con acqua distillata, mediante teli puliti o panni monouso o con aria compressa medicale.

Quindi nel settore pulito il materiale viene suddiviso, controllato e poi confezionato.
Il materiale viene quindi posto in autoclave in cui l'avvenuta sterilizzazione viene documentata mediante opportuni indicatori (viraggio della striscia colorata su ogni busta, stampata del ciclo effettuato).
Il materiale scaricato dall'autoclave viene distribuito nei vari ambienti operativi negli appositi cassetti.

Il materiale e gli strumenti (sia contaminati che sterili) vengono manipolati indossando tutti i necessari dispositivi di protezione individuale.

Le superfici o le attrezzature di lavoro che possono essere venute a contatto con materiale infetto vengono trattate con soluzione concentrata detergente disinfettante al cambio di paziente.

Il personale operante provvederà al cambio di ogni paziente alla detersione delle mani, all'utilizzo di mascherine e guanti monouso, all'uso di occhiali di protezione e alla protezione con fogli di polietilene delle superfici che possono essere contaminate.

La massima attenzione viene posta per la cura dei pazienti in tutta sicurezza.
I pazienti verranno dotati di mantellina in ovatta o politene ed eventualmente di occhiali di protezione.
Per ogni paziente ogni strumento, che non sia monouso, viene sterilizzato seguendo procedure di sterilizzazione rigorosissime approvate dall’ASL.
Quindi ogni strumento non viene mai riutilizzato per il paziente successivo.
Quando siete seduti sulla poltrona potete vedere che gli strumenti vengono aperti dalle buste sterili davanti ai vostri occhi.

La pulizia degli ambienti di lavoro verrà effettuata con appositi detergenti e disinfettanti a fine giornata.
Per una disinfezione sicura di superfici e apparecchiature viene utilizzato il Virkonsept®, un presidio medico chirurgico registrato al ministero della salute classificato come disinfettante di alto livello per uso ambientale. E' un prodotto in polvere che garantisce sicurezza e minimo ingombro.
La soluzione di Virkonsept® si è dimostrata efficace contro batteri ( TBC ), virus ( HIV; HVB; HCV), spore e funghi. Virkonsept® non contiene aldeidi, fenoli o composti di sali quaternari di ammonio. Garantisce un sicuro ed efficace controllo delle infezioni.